Interrogazione parlamentare alla Camera sui lunghi tempi dei lavori sulla Statale Alemagna in Fadalto e l’ipotesi di chiusura al traffico.

Interrogazione parlamentare alla Camera dai nostri portavoce sui lunghi tempi dei lavori sulla Statale Alemagna in Fadalto e l’ipotesi di chiusura al traffico.

Al Ministro per gli affari regionali, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti – Per sapere – premesso che:

Lo scorso 28 giugno un’ondata  di maltempo, caratterizzata da temporali con pioggia battente, vento forte e grandinate, si è abbattuta nella zona del Trevigiano, causando forti disagi tra cui, i più gravi  nella zona di Vittorio Veneto, dove  una frana è caduta sulla statale 51 di Alemagna, nei pressi della località Fadalto Basso, mentre un albero precipitato sui binari ha bloccato la circolazione ferroviaria tra Calalzo e Vittorio Veneto.

Lo stesso giorno  l’ANAS comunicava: <<  la strada statale 51 “di Alemagna” è provvisoriamente chiusa in entrambe le direzioni a causa di una frana in località Nove-San Floriano (km 21) nel comune di Vittorio Veneto, in provincia di Treviso. Il traffico è deviato con indicazioni in loco.  Il personale Anas è intervenuto sul posto al fine di ripristinare la transitabilità nel più breve tempo possibile.>>

Tale chiusura totale, protrattasi fino allo scorso 12 luglio, giorno dal quale la strada è percorribile a senso unico alternato (solo di giorno e dalle ore 6 alle 20), mentre di notte continuerà ad essere chiusa, ha causato e continua ancora oggi a causare forti disagi ai pendolari  che viaggiano tra Vittorio Veneto e il Bellunese e che sono costretti a pagare il pedaggio autostradale, nel tratto in questione, oppure utilizzare la ferrovia.

Inoltre, la chiusura notturna del tratto della statale Alemagna, ha ripercussioni anche sulle attività commerciali che sono attraversate dal tratto in questione, che con la chiusura della strada alle ore 20, perdono clienti che sono dirottati su strade alternative.

Purtroppo, ad oggi, a distanza di oltre 4 mesi il tratto di strada non è ancora totalmente percorribile  e non si intravede una soluzione che prefiguri l’immediato ripristino della viabilità  h 24, in quella  che rappresenta un’importantissima arteria stradale pubblica tra il Bellunese ed il Trevigiano.

A tal proposito, destano forti preoccupazioni per gli abitanti delle zone interessate, le intenzioni del prefetto di Treviso che, così come riportato da organi di stampa dello scorso 26 ottobre, propone la chiusura totale 24 ore su 24, sia del tratto di strada interessato, sia della linea ferroviaria, perché ancora il versante franato non sarebbe messo adeguatamente in sicurezza.

Se siano a conoscenza dei fatti esposti in premessa;

Quali iniziative urgenti anche di carattere normativo, intendano adottare, per quanto di competenza, per intimare L’ANAS a provvedere alla messa in sicurezza ed al conseguente ripristino della viabilità nel tratto di strada indicato, considerato che sono passati ormai oltre 4 mesi dall’evento che sta causando forti disagi ad abitanti, pendolari ed alle attività commerciali della zona;

Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>